Ricerca medica e diagnostica

Tomografia computerizzata (TC) della colonna lombosacrale

La tomografia computerizzata della colonna lombosacrale è un metodo diagnostico innovativo in grado di identificare patologie della colonna vertebrale. Il vantaggio di questo studio è la visualizzazione completa non solo delle vertebre stesse, ma degli elementi legamentosi e del tessuto muscolare.

Dopo aver eseguito la procedura di ricerca, lo specialista riceve immagini che contengono immagini a strati dell'area investigata. Il risultato di una diagnosi va da 50 a 300 immagini in bianco e nero. Il loro numero esatto dipende dallo spessore del taglio specificato dal medico. Questo parametro è influenzato dall'obiettivo finale dello studio.

Cosa si può vedere su CT

Una scansione TC della colonna lombosacrale viene prescritta dal medico curante per confermare o confutare una serie di patologie.

La tomografia computerizzata può mostrare i seguenti difetti della colonna vertebrale: anomalie e patologie del canale spinale; patologie vertebrali congenite o traumatiche; deformazioni della colonna lombare derivanti da lesioni e malattie; ernie vertebrali e intervertebrali; la presenza di neoplasie e metastasi; processi degenerativi-distruttivi; la presenza di focolai di emorragia.

Uno studio diagnostico tempestivo ti consente di notare i punti focali primari dello sviluppo della malattia, che consente di prevenire gravi conseguenze per il corpo.

Inoltre, nelle immagini puoi vedere i sintomi di una serie di altre malattie che non sono specificamente correlate alla sconfitta della regione lombosacrale. Ad esempio, artrite o tubercolosi.

Indicazioni per CT

La procedura diagnostica è indicata per pazienti con anamnesi di malattie croniche o patologie congenite della colonna vertebrale. Esistono malattie che possono provocare processi degenerativi delle vertebre o dei legamenti; grave infezione nel corpo; traumi; mal di schiena cronico.

La TC è anche un metodo diagnostico obbligatorio nella preparazione del paziente all'intervento chirurgico.

Altre indicazioni per il rinvio alla tomografia computerizzata sono:

  • ernia del disco intervertebrale o sospetto di esso;
  • artrite reumatoide e osteoartrite;
  • nervo pizzicato;
  • infortunio alla schiena
  • patologie congenite della colonna vertebrale;
  • neoplasie nella regione lombosacrale;
  • mobilità ridotta e sensibilità delle gambe;
  • emorragia del midollo spinale;
  • mal di schiena acuto, che è accompagnato da un aumento della temperatura corporea.

La tomografia computerizzata rispetto ad altri metodi diagnostici (ad esempio la radiografia) consente di vedere tutti gli strati della regione lombosacrale da diverse angolazioni. Le immagini mostrano persino lo sviluppo di processi patologici che non possono essere visti con altri studi.

Inoltre, lo specialista valuta le condizioni non solo della colonna vertebrale, ma anche degli organi vicini. Un tale approccio integrato facilita una diagnosi accurata e aumenta significativamente le possibilità del paziente di un pieno recupero.

Preparazione allo studio

Non è richiesta una preparazione speciale per CT. Immediatamente prima della scansione stessa, il paziente deve rimuovere tutti gli elementi metallici, comprese protesi dentarie e un apparecchio acustico. Se sono presenti impianti, il paziente deve informare il radiologo che eseguirà la procedura.

La mancata osservanza di queste raccomandazioni influisce negativamente sulla qualità delle immagini e può portare a una diagnosi errata.

Prima della scansione, il paziente cambia i vestiti che gli sono stati forniti dall'istituto medico.

Caratteristiche della procedura

La tomografia computerizzata si basa sull'uso dei raggi X. Ma rispetto alla radiografia standard, i raggi hanno un'intensità più bassa, quindi l'impatto negativo sul corpo è minimo.

Il paziente viene posto in posizione supina in una capsula dell'apparato diagnostico. Durante la scansione, che dura da 5 a 7 minuti, il paziente deve essere immobile in questa posizione. L'irradiazione è diretta specificamente alla sezione investigata della colonna vertebrale, gli organi vicini non sono esposti ai raggi X.

La dose di radiazioni che il paziente riceve durante la scansione non supera la norma giornaliera stabilita. Pertanto, è consentito ripetere la procedura CT per il numero di volte necessario per effettuare la diagnosi corretta o monitorare le condizioni del paziente al momento della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico.

In alcuni casi, ci sono indicazioni per CT con un amplificatore di contrasto.

Caratteristiche di CT con un amplificatore di contrasto

Per esaminare i dischi intervertebrali, i tessuti molli o i vasi sanguigni del lombo-sacrale, vengono utilizzati agenti radiopachi. La base di tali farmaci è lo iodio.

Prima di eseguire la procedura utilizzando agenti radiopachi, è obbligatorio un test per la sensibilità del corpo alle soluzioni contenenti iodio.

La presenza di una reazione allergica è una controindicazione alla nomina della procedura. Un forte deterioramento delle condizioni del paziente sullo sfondo dell'introduzione di un mezzo di contrasto è la base per interrompere la diagnosi.

Un agente di contrasto a raggi X viene somministrato al paziente attraverso una vena o direttamente nell'area intorno al midollo spinale. 4-6 ore prima della diagnostica del computer, al paziente è vietato mangiare cibo e bere liquidi. La decodifica delle immagini viene eseguita da uno specialista qualificato al termine della procedura di scansione.

Limitazioni e controindicazioni

Il vantaggio della TC non è solo l'accuratezza dei risultati, ma anche l'indolore della procedura. Tuttavia, ci sono controindicazioni e limitazioni complete all'uso di questo metodo diagnostico.

Controindicazioni complete comprendono diabete mellito grave, periodo di gravidanza, età del paziente fino a 14 anni e gravi patologie renali.

Una limitazione alla TC è il periodo dell'allattamento al seno. Viene anche preso in considerazione il peso corporeo del paziente: se supera i 130 kg, viene indicato un altro metodo diagnostico.

Se esiste un motivo per condurre la diagnostica del computer utilizzando agenti radiopachi, è necessario prendere in considerazione la reazione del corpo alle soluzioni contenenti iodio.

Guarda il video: tac 3d ricostruzioni colonna lombare (Gennaio 2020).

Loading...