Ricerca medica e diagnostica

Esame ecografico (ultrasuoni) nel primo trimestre di gravidanza

Gli studi ad ultrasuoni sono riconosciuti come i migliori metodi per esaminare il corso della gravidanza in qualsiasi fase, a causa della loro informatività e completa sicurezza per la donna e il feto. Con l'aiuto degli ultrasuoni è possibile rilevare la gravidanza nelle prime fasi (circa la quinta settimana) e anche visualizzare la formazione dell'ovulo nella quinta settimana e l'aspetto dell'embrione nella sesta.

È necessario passare l'ecografia durante la gravidanza tre volte - tra 10 e 14 settimane, 20 e 24 settimane e 30 e 34 settimane. I medici-ginecologi raccomandano che tutte le donne aderiscano a questo programma e non abusino di questa procedura, andando su di essa solo secondo le indicazioni e rigorosamente prescritte da un medico.

Tipi e obiettivi degli ultrasuoni nel primo trimestre

L'esame ecografico durante la gravidanza può essere transaddominale o transvaginale. Nel caso degli ultrasuoni transaddominali, una donna incinta dovrebbe bere circa mezzo litro di normale acqua da tavola mezz'ora prima della procedura e quindi non andare in bagno. Per studiare è diventato possibile, dovrebbe essere effettuato con una vescica piena. Non è necessario prepararsi in anticipo per l'ecografia transvaginale, è meglio svuotare la vescica alla vigilia della procedura. È un tale ultrasuono introducendo un sensore speciale all'interno della vagina.

La durata di qualsiasi ultrasuono durante la gravidanza nel primo trimestre non può superare mezz'ora, che di solito è sufficiente per fissare tutte le misurazioni di cui il medico ha bisogno e inserire queste informazioni in un protocollo speciale che aiuta il ginecologo che osserva il paziente in futuro a trarre conclusioni corrette sullo stato della donna e sullo sviluppo del feto .

L'ecografia del primo trimestre è necessaria per tutte le donne in gravidanza per identificare la posizione dell'ovulo, per evitare una gravidanza extrauterina, diagnosticare una gravidanza con più feti, valutare lo sviluppo dell'embrione e le dimensioni dell'ovulo, nonché rilevare lo stato anormale della condizione: presenza di tono uterino, minaccia di aborto spontaneo e altre cose.

Anche durante l'ecografia, diventa possibile diagnosticare tutti i tipi di malattie interne degli organi genitali: mioma uterino, tumori ovarici, setto intrauterino, utero biloideo.

I risultati della gravidanza ecografica nel primo trimestre

Quando si esegue un esame ecografico della gravidanza I trimestre, il diagnostico deve osservare un oscuramento tondeggiante nella parte superiore dell'utero, il che significa la presenza dell'ovulo. In caso di gravidanze multiple, ci saranno diversi punti del genere, che ci consentiranno di concludere sulla concezione dei gemelli.

Con l'ecografia transaddominale, la normale gravidanza intrauterina può essere diagnosticata già dalla 5 ° settimana dopo il concepimento, con un ciclo mestruale ritardato di circa 2 settimane dalla data prevista dell'occorrenza.

Nella quinta settimana, l'ovulo ha un diametro di circa 5 millimetri. Con la diagnostica transvaginale, è possibile vedere la nascita della vita già dalla quarta settimana, il sesto giorno, con un ritardo nell'inizio delle mestruazioni pianificate. In questo caso, la norma per le dimensioni dell'ovulo sarà un indicatore di 3 millimetri.

Al fine di consentire la verifica visiva della presenza e della salute dell'embrione, l'ecografia transaddominale deve essere eseguita non prima della sesta settimana e una transvaginale una settimana prima. L'aspetto dell'embrione è un punto luminoso all'interno del buio, che nella diagnosi indica l'uovo della gestazione. Per ascoltare il battito cardiaco fetale, qualsiasi tipo di ecografia nel primo trimestre deve essere eseguita non prima delle 6 settimane di gravidanza.

Di norma, con un normale ciclo mestruale, un'ecografia transvaginale può essere eseguita a sei settimane dalla gravidanza prevista, ma ciò non è obbligatorio. In caso di guasti regolari nelle mestruazioni, i ginecologi si affidano ai diagnostici per stabilire le date esatte per concepire un feto.

Valutazione diagnostica dell'embrione e dell'ovulo

Per diagnosticare il normale sviluppo dell'ovulo e dell'embrione all'inizio della gravidanza, gli esperti utilizzano 2 indicatori principali che caratterizzano queste strutture:

  • dimensione parietale del coccige;
  • l'ovulo nel contesto del diametro medio interno.

Nel software dei dispositivi destinati a eseguire un esame ecografico delle gravidanze, ci sono parametri incorporati della norma relativa di alcuni indicatori, incluso il diametro interno medio dell'ovulo.

Per tali parametri, il programma con elevata precisione determina i tempi della gravidanza. Errori nei tempi di 6 giorni in qualsiasi direzione.

Le dimensioni coccige-parietali determinano la lunghezza dell'embrione visualizzato dalla testa al livello del coccige. Questa dimensione diventa disponibile per la visualizzazione prima di altri parametri del corpo infantile emergente. È secondo questi indicatori che è facile chiarire i tempi del concepimento con un errore di soli 3 giorni.

È importante ricordare che durante l'imaging dell'ovulo con dimensioni che raggiungono i 14 millimetri e la mancanza di visualizzazione dell'embrione, gli esperti parlano di fermare lo sviluppo della gravidanza. In presenza di un embrione, i medici prestano particolare attenzione alla sua attività fisica e al battito cardiaco. Secondo questi indicatori, la vitalità del feto.

Con l'ecografia transvaginale, il battito cardiaco è evidente già nella sesta settimana. Con le sue prestazioni normali, si nota una ritmicità ad alta precisione nelle contrazioni e gli indici di frequenza possono variare, a seconda della durata della gravidanza:

  • prima dell'ottava settimana dovrebbero esserci circa 130-140;
  • fino alla decima settimana, la frequenza sarà di 190 battiti al minuto;
  • dopo la decima settimana e fino alla nascita, il battito cardiaco dovrebbe essere di 140-160 battiti al minuto.

È un indicatore della frequenza delle contrazioni cardiache che dimostra agli specialisti che ci sono problemi con la consegna del feto, ecco perché questo parametro è sempre soggetto alla registrazione obbligatoria. Con un brusco aumento o diminuzione della frequenza cardiaca dell'embrione, una donna è considerata a rischio di fallimento della gravidanza. Allo stesso tempo, se la lunghezza dell'embrione viene visualizzata nella regione di 8 millimetri e il battito cardiaco non può essere determinato, un secondo esame ecografico viene eseguito dopo 7 giorni e successivamente viene deciso di fare una diagnosi di "gravidanza non in via di sviluppo".

In termini di attività motoria dell'embrione, che si verifica e viene visualizzato a 7-9 settimane di gravidanza, i medici non traggono conclusioni speciali sulla vitalità dell'embrione, perché insieme ai movimenti caotici di tutto il corpo e in seguito - con la sua precisa estensione della flessione, ci sono imprevedibili e prolungati periodi di riposo e riposo. Questo è il motivo per cui gli embrioni ecografici sono spesso completamente immobili, ma allo stesso tempo gli esperti non trovano anomalie nello sviluppo della gravidanza.

Anche un aspetto molto importante dell'ecografia della gravidanza I trimestre è la valutazione dell'anatomia o della struttura del feto.

Ad un periodo di 12 settimane, sono chiaramente visibili numerose possibili anomalie patologiche della struttura, che non saranno più compatibili con la vita del bambino. Queste anomalie includono l'assenza del cervello, anomalie nello sviluppo dello scheletro, ernia del midollo spinale e così via.

Sull'ecografia, è importante valutare lo spazio del colletto, poiché in termini di spessore è possibile trarre conclusioni sulla presenza di malattie cromosomiche nel feto. Il superamento del valore impostato di 3 millimetri è la norma e, con un indice maggiore, si conclude che la patologia cromosomica è probabile nell'80% dei casi.

Le moderne apparecchiature a ultrasuoni consentono agli specialisti di diagnosticare accuratamente tutte le anomalie dello sviluppo fetale già per un periodo di 12 settimane, il che consente ai futuri genitori di prendere le proprie decisioni in merito alla conservazione della gravidanza o alla sua interruzione per motivi medici.

Strutture extraembrionali e loro caratteristiche

Ci sono anche alcune strutture extraembrionali che devono essere studiate con l'aiuto degli ultrasuoni nel primo trimestre di qualsiasi gravidanza. Questi includono il sacco tuorlo, corion e amnion.

Durante la gravidanza, le funzioni nutrienti ed ematopoietiche saranno eseguite dal sacco tuorlo. Comincia a essere visualizzato a 5 settimane, a 10 settimane inizia a raggiungere i 7 millimetri, ma dopo la 12a settimana è impossibile rilevare o valutare le condizioni e le dimensioni del sacco del tuorlo.

Allo stesso tempo, esiste una relazione diretta tra le dimensioni del sacco del tuorlo, la sua forma e le pareti con lo sviluppo dell'embrione - se i parametri del sacco del tuorlo sono disturbati, gli esperti possono trarre conclusioni sulle violazioni del corso della gravidanza in generale.

La membrana flebile dell'ovulo è chiamata corion. Nel primo trimestre di gravidanza, lo spessore del corion è generalmente uguale al periodo di gestazione in settimane. Con i cambiamenti nella struttura del corion, gli specialisti possono prevedere i rischi per la vitalità dell'embrione. Quando la struttura di questo guscio del villo cambia, per mezzo del quale il corion è attaccato alle pareti dell'utero, l'uovo fetale cessa di ripararsi e inizia il processo di aborto spontaneo.

La sacca d'acqua, dove si trova l'embrione nell'uovo fetale, è chiamata amnione. Amnion deve essere studiato nei primi periodi della gravidanza, per determinare l'assenza o la presenza di patologie nel diametro della cavità amniotica.

Con una piccola quantità di amnione, la gravidanza avrà difficoltà nel proprio sviluppo e, con una grande quantità, gli specialisti concluderanno che si verificano processi infettivi intrauterini.

Rilevazione di complicanze sugli ultrasuoni

La diagnosi del primo trimestre di gravidanza viene eseguita quasi completamente al fine di prevenire l'interruzione della gravidanza. È l'ecografia che aiuterà gli specialisti a vedere le pareti ispessite dell'utero di una donna incinta, che sarà la prova dell'inizio di un aborto spontaneo.

Tale ipertonio del miometrio è di solito sempre accompagnato da dolore nell'addome inferiore, che conduce le donne a un'ecografia nei primi periodi.

Se la diagnosi precoce dell'ipertono è possibile il trattamento farmacologico, che dovrebbe portare alla conservazione della gravidanza.

Tuttavia, ciò non si applica ai casi di insorgenza dell'aborto spontaneo con sanguinamento, quando l'ecografia visualizza il distacco dell'ovulo. In questo caso, viene necessariamente eseguita nuovamente un'ecografia per determinare i residui nell'utero delle particelle dell'ovulo, in modo che, se ce ne siano, invii il paziente a essere raschiato per prevenire l'insorgenza di infezione intrauterina.

Con l'aiuto di uno studio ecografico sulla gravidanza precoce, i medici possono anche diagnosticare le cisti del corpo luteo, che sono abbastanza comuni e auto-risolventi entro la fine del primo trimestre di gravidanza, e le derive della vescicola, che sono rare complicazioni con lesioni patologiche del corion. Con le derive di bolle, si verifica sempre la morte del feto.

Inoltre, l'ecografia delle prime fasi della gravidanza aiuta a identificare qualsiasi tipo di patologia nel feto. Quindi, alla settimana 12, i medici possono vedere il labbro lepre di un bambino e altre malformazioni facciali.

La principale difficoltà è che l'ecografia può essere eseguita dalle donne solo per loro desiderio personale, il che non consente nel 100% dei casi di identificare malformazioni e prendere una decisione adeguata sulla fattibilità di mantenere l'attuale gravidanza.

Guarda il video: Ecografia primo trimestre Diario di una mamma 2 #9 (Dicembre 2019).

Loading...